Salari minimi in Europa

Unione-EuropeaNel Diritto del Lavoro, il salario minimo è la più bassa remunerazione o paga oraria, giornaliera o mensile, che in taluni Stati i datori di lavoro devono, per legge, corrispondere ai propri lavoratori dipendenti, ovvero impiegato e operai. Nell’Unione Europea, 22 Paesi su 28 hanno leggi sul salario minimo, mentre i restanti 6 Paesi (Austria, Cipro, Danimarca, Finlandia, Italia e Svezia) demandano l’individuazione della paga base alla contrattazione collettiva dei vari settori. L’ultimo Paese ad introdurre il salario minimo per legge è stata la Germania, nel gennaio 2015.

TABELLE RIASSUNTIVE

I dati riportati nelle relative tabelle sono tratti dalle rilevazioni EUROSTAT (*), effettuate e aggiornate semestralmente.

(*) Per EUROSTAT si intende l’istituto di Statistica dell’Unione Europea, ufficialmente alle dipendenze della Commissione Europea. L’obiettivo dell’Eurostat è contribuire all’elaborazione di statistiche universalmente riconosciute come valide per i Paesi appartenenti all’UE.

Riferimenti sitografici